#MadMood17: Fashion Shows e Talent

Aurora Leopardi ha vinto la seconda edizione del Mad Mood Fashion Talent con un abito dedicato all'Acqua Energia Vitale. Il pubblico del format conquistato dalle collezioni del Fashion Shows

0

Uno sciame di modelle divinizza il backstage di ogni sfilata che si rispetti, semplicemente stando dinanzi ad una carrellata di specchi – in questo caso l’area makeup ed hairstyle dedicata ai professionisti di Officina Paar capitanati da un’instancabile Roberta Apos – che restituiscono ai volti acqua e sapone di inizio giornata quella bellezza ferale portata in passerella insieme agli outfit interpretati per la seconda, spettacolare, giornata di #MadMood17 a Palazzo dei Giureconsulti.

In scena, la regia e la conduzione ritmata dell’impeccabile founder Marianna Miceli ha scandito un concerto di stili e collezioni che hanno conquistato il pubblico della seconda edizione. Un crescendo di lirismo sartoriale, una varietà di immaginari espressi dagli ospiti del Fashion Shows: Aidar Khan (Kazakistan), Sarah Jessy Jones (Argentina), Istituto Cordella (Italia), Fedra Couture (Italia), Regina Zaripova (Russia), Lui by Luiza (Romania), Yihua Wang (Eurasian Fashion Week), IJO’Design (Italia).

A dare l’avvio alla fantasmagoria di MadMood 2017, l’ispirata collezione di Aidar Khan dedicata alla visione contemporanea della donna della steppa che indossa i colori dei tulipani e dell’erba fresca; un concerto di colori sgargianti nella sfilata degli outfit Sarah Jessy Jones per la donna immaginata da Eduardo Pérez che si è lasciato ispirare da una Final Cup di un match di Polo.  Visionaria e generosissima la collezione “Ciao bella!” presentata dagli allievi dell’Istituto Cordella capitanati da Carol Cordella, un irresistibile girotondo di outfit sul tema dell’Italia, con motivi a stampa sugli ampi gonnelloni dai rimandi alle ceramiche ed alle balconate dei belvedere del Paese del Sole.

E restando in Italia, anzi in Puglia, straordinari i rossi fluenti e sofisticati firmati Fedra Couture, la giovanissima Federica D’Andria si è aggiudicata anche un premio speciale nell’ambito del Mad Mood Fashion Talent che le consentirà di portare la sua collezione dedicata in parte ai vini pugliesi fiore all’occhiello di #SalentodAmare su prestigiose passerelle europee.

A seguire i bianchi di Regina Zaripova (Russia) hanno restituito al pubblico della seconda giornata del format un concetto algido di eleganza. Linee sobrie, quasi monastiche, legate ad una mistica della natura invernale e del tempo sospeso tra passato remoto e futuro.

Sensuale e classica la donna espressa dalla preziosa collezione portata in scena da Lui by Luiza (Romania), un richiamo a ciò che ha reso grande la Moda nel tempo ed intramontabile il senso profondo del verbo indossare.

Poi l’Oriente riscritto da Yihua Wang (Eurasian Fashion Week) e la chiusura prestigiosa con l’Italia eccellente rappresentata dalla collezione firmata IJO’Design caratterizzata da un minimalismo raffinato e ipnotico anche grazie alla lavorazione dei tessuti al telaio.

Il Mad Mood Fashion Talent, quest’anno dedicato all’Acqua energia vitale, ha intrecciato in passerella i diversi sguardi dei giovanissimi stilisti ospiti della seconda edizione che si sono confrontati con la giuria presieduta dal Cav. Boselli, Presidente dell Camera della Moda Italiana. Tantissimi i partecipanti selezionati: Mariateresa Bianco, Milos Miletic, Gloria Dimitrova, Vladislava Lupo, Marios Karavallis, Atsuko Lucy Karuizawa, Camilla Carrara, Lui by Luiza, Alice Riva, Andrada Bodea, Aurora Leopardi, Ebru Durmaz, Boryana Petrova, Jagoda Bartczak, Ruben Bissoli, Regina Zaripova, Krasimira-An Petrova, Roberta Maggio e Mailyn Amelia Izaguirre.

Aurora Leopardi ha vinto questa edizione del Mad Mood Fashion Talent con un outfit che si racconta almeno in tre modi diversi, come lei stessa ha spiegato alla giuria ed alle telecamere di MadMood: “Un abito deve dire almeno tre cose, ci tenevo a sottolineare questo aspetto perché è una delle caratteristiche della Moda che amo.

Oggi la giornata conclusiva con l’ultimo Fashion Shows che vedrà protagonisti dieci stilisti provienienti da tutto il mondo. Un altro giro di valzer, prima del bilancio 2017 che esprime già i numeri del successo.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.