CARMEN CLEMENTE

The story of Carmen Clemente is one of compelling passion, which from a young age has led her towards the fashion world in the search of a style of her own, guided only by her inexhaustible creative spirit, which today has made her a prestigious company within the Italian Bridal sector, synonymous with quality and innovation.
Born in 1965 in Ginosa near Taranto as the first of four sisters, the designer immediately showed an inclination towards good taste and attention to the outfit, probably inherited from her maternal grandmother, who was an accomplished tailor, and further developed by her mother who during the summer used to send her to the nuns at the

Convent of Laterza to learn the art of embroidery. In her adolescence she would work in tailor shops during the summer holidays, learning important skills of the profession.
Carmen had her debut personally taking care of her sisters outfits for the big mundane occasions, making them stand out with that touch of glamour which transformed their simple dresses into impactful creations.

Of course she chooses to begin her studies within the sector, and she is educated at the Secoli Academy of Milan, an influential Fashion School, which since 1934 represents a landmark for young talents in search of a complete union between technique and creativity, both fundamental to be competitive on an ever more pretentious market.

These are years of hard work due to the high level of the many courses of specialization she is following as well as the commitment to pay her own studies by selling her drawings, designs and technical cards to various companies and constantly continuing her work as a tailor.
Professionalism and continuous adjournment become the leit motif and a modus operandi, based on never settling for less but always aiming at the highest level of excellence. Graduated from the Academy, she still feels she needs more professional experience to grow and express her creative genius, which is growing in her day by day, ready to emerge with all the power and heat of the sun of her birth-month August. Already at the age of sixteen she leaves on interesting trips abroad, visiting museums and exhibitions, fairs and fashion shows in major European capitals such as Vienna and Paris, and in important Italian cities of art, enriching her being with many ideas, inspirations and insights.

At only 22 years of age, she starts her first business as an external consultant for Bridal workshops and brands, among which Carlo Pignatello in Turin, an important collaboration that last for eight years. Passion and love arrive in Carmen’s life when she meets Benito Recchia, who she soon marries and with whom she will have three children, that she always brings with her on business trips. When she turns 27, the two of them together depart on a new creative adventure, creating the brand “Le Spose di Carmen”.

Benito quits his job to follow her, even if it’s a difficult challenge. But Carmen is not scared of sleepless nights and continuous travelling between Milan, Paris and Dubai for fashion shows and fairs. There are so many dreams to fulfil that the rest of it doesn’t matter – the support of her husband in the administration and in representing the brand and the natural power of her character puts her on the fast track to success.

In fact, it doesn’t take long before the results arrive. In 1989 she specializes in “Times and Methods” at the Secoli Academy in order to optimize the cost of her creations and becoming more competitive on the market and in competitions of the big fairs. In 1993 she specializes in the Moulange technique inspired by Madame Grès. It is a method that takes long hours of manual work, but it gives her the possibility to create flowing dresses in chiffon, harmonized with fabrics modelled perfectly on the body, highlighting the sensuality. In the same year, during a worldwide economic crisis due to the Golf War, Carmen continues undaunted to register her brand “Le Spose di Carmen” and opens a Maison d’Haute Couture specialized in wedding gowns for bride and groom and party dresses.
In 2000 she buys a suggestive late 19th century building in the old town centre of Ginosa, completely restored to satisfy all the logistic and marketing needs of the Maison. And it is in this fantastic setting, still to this day after 24 years, that the dresses crowning the most beautiful day of any woman are being realized, rich in fascination, refinement and innovation and able to render any style perfectly, thanks to a very experienced staff and the use of strictly Italian fabrics and quality finishing: original fabrics such as brocade and lamé, embellished with Swarowsky crystals adding an elegant and regal touch. A quality confirmed by her presence at the most important international fairs of the wedding industry, such as Mode et Marriage in Paris and Sì Sposa in Milan.

The inspiration of Carmen Clemente still surges from those wonderful trips through the cities of Italy, the colours of Sicily not to forget the long solitary walks along the coast, seen with the eyes of a modern Marco Polo, constantly scanning for new horizons to explore, new ports to dock. And it is here, in front of the sea of winter at the beautiful Ginosa Marina, that her countless ideas gradually find the right order, magically revealing the renewed epiphany of the theme of each collection.
The story of Carmen Clemente is not only a story of passion, her tenacity represents a landmark for young emerging designers, enriching them with technical know-how and creativity. Her example invites you to never abandon your dreams, because hard work and dedication will eventually pay back all the sacrifices, and quality is always the best business card.


La storia di Carmen Clemente è la storia di una passione avvincente, che sin da giovanissima la conduce nel mondo del fashion design, alla ricerca del proprio stile, guidata dal suo inesauribile spirito creativo che la rende oggi una prestigiosa firma italiana del Bridal, sinonimo di qualità ed innovazione.
Nata a Ginosa (TA) nel 1965 prima di quattro donne, la stilista mostra da subito una propensione particolare per il buon gusto e l’attenzione all’outfit, attitudine probabilmente ereditata dalla nonna materna, sarta di grande valore, e sviluppata ulteriormente dalla madre, che era solita mandarla da bambina durante l’estate dalle suore del Convento di Laterza per imparare l’arte del ricamo.
Da adolescente trascorreva, poi, le vacanze estive lavorando presso sartorie apprendendo importanti passaggi del mestiere.

Carmen esordisce curando personalmente l’abbigliamento delle sorelle nelle grandi occasioni mondane, le quali spiccano per quel tocco glamour dei loro semplici abiti trasformati da lei in creazioni d’effetto. Ella non può che intraprendere degli studi inerenti tale settore: la sua formazione avviene presso l’Accademia “Secoli” di Milano, autorevole scuola di moda che dal 1934 rappresenta il punto di riferimento nel mondo per giovani talentuosi alla ricerca della completa unione di tecnica e creatività, caratteristiche fondamentali per essere competitivi su un mercato sempre più pretenzioso.
Sono anni di profondo impegno sia per l’elevato livello dei molteplici corsi di perfezionamento seguiti, quanto per la volontà della ragazza di pagarsi gli studi, vendendo i propri disegni, modelli e schede tecniche per diverse aziende, portando avanti un costante lavoro sartoriale.

Professionalità e continuo aggiornamento diventano il leit motif di un modus operandi basato sul non accontentarsi, puntando invece alla massima eccellenza.
Terminato il percorso in Accademia, sente di dover fare ancora tante altre esperienze professionali per crescere ed esprimere un genio creativo che giorno dopo giorno si fa spazio in lei, pronto ad emergere con tutta la forza e il calore del Sole, che contraddistingue il mese di agosto in cui nasce l’intraprendente Carmen. Già dall’età di sedici anni, infatti, compie interessanti viaggi all’estero, visitando musei, mostre, fiere e sfilate nelle principali capitali europee come Vienna, Parigi o nelle città d’arte italiane, arricchendo il suo essere di tante idee, spunti ed ispirazioni.

A soli 22 anni, apre la sua prima partiva Iva, svolgendo il ruolo di consulente esterna per laboratori e brand del Bridal, tra cui Carlo Pignatelli a Torino, un’importante collaborazione che durerà per ben otto anni. Passione e amore si fondono insieme nella vita di Carmen con l’incontro di Benito Recchia, che diviene presto suo marito e dal quale avrà tre figli, che li accompagneranno in ogni viaggio di lavoro. A 27 anni saranno insieme i timonieri di una nuova avventura creativa, dando luce al brand “Le Spose di Carmen”.

Benito abbandona il suo lavoro e la segue, anche se la sfida presenta non poche difficoltà. A Carmen, però, non spaventa affatto dormire pochissime ore per notte, viaggiando di continuo tra Milano, Parigi e Dubai per sfilate e fiere. I sogni da realizzare sono così tanti, che tutto il resto per lei non conta: l’appoggio del marito con un ruolo amministrativo e di rappresentanza del brand e la naturale forza del suo carattere fanno di Carmen un treno in corsa verso il successo.
E i risultati, infatti, non tardano ad arrivare. Nel 1989 consegue presso l’Accadamia Secoli la specializzazione in Tempi e Metodi con l’obiettivo di ottimizzare i costi delle sue creazioni ed essere più competitivi sul mercato e nei contesti fieristici. Nel 1993, si specializza in Tecnica del Moulange, traendo ispirazione da Madame Grès.

Si tratta di un procedimento che richiede lunghe ore di lavoro manuale ma che le permette di dare vita ad abiti fluidi in chiffon, armonizzati da tessuti che si modellano perfettamente sul corpo delle manequins, esaltandone la sensualità. Nello stesso anno, seppur in un periodo di profonda crisi economica ed internazionale dovuta alla Guerra del Golfo, Carmen va avanti imperterrita, registra il proprio brand “Le Spose di Carmen” e apre una Maison d’Haute Couture specializzata in abiti da sposa, sposo e cerimonia uomo e donna.

Nel 2000 acquista, nel centro storico di Ginosa un suggestivo palazzo di fine ‘800 interamente ristrutturato per soddisfare tutte le esigenze logistiche e di marketing della Maison. Ed è in questo fantastico setting che vengono realizzati ancor oggi dopo 24 anni gli abiti che coronano il giorno più bello di ogni donna, ricchi di fascino, ricercatezza, innovazione, in grado di rendere perfetto ogni stile grazie ad uno staff di grande esperienza e all’utilizzo solo di tessuti made in Italy e rifiniture di qualità: stoffe originali come broccati e lamè impreziosite da cristalli Swarowsky conferiscono raffinatezza e regalità. Una qualità attestata dalla presenza alle più significative fiere internazionali del Wedding come Mode et Marriage di Parigi e Sì Sposa di Milano.

Ad ispirare oggi l’opera di Carmen Clemente sono ancora quei meravigliosi viaggi alla scoperta della bellezza attraverso le città d’arte e i colori della Sicilia senza dimenticare le lunghe passeggiate solitarie lungo la riva del mare, visto con gli occhi di chi cerca costantemente come un moderno Marco Polo, nuovi orizzonti da esplorare, nuove porti a cui approdare. Ed è proprio di fronte al mare d’inverno della bellissima Ginosa Marina, che gradualmente le innumerevoli idee che affollano la mente riescono a trovare il giusto ordine, svelando magicamente la rinnovata epifania del tema di ogni collezione.

Quella di Carmen Clemente non è solo la storia di una passione, la sua tenacia rappresenta il punto di riferimento nel mondo per giovani emergenti al fine di arricchire il loro knowhow di tecniche e creatività. Il suo esempio costituisce un invito a non abbandonare i propri sogni, perché il lavoro e l’impegno prima o poi ripagano tutti i sacrifici e la qualità rimane sempre il miglior biglietto da visita.

carmen clemente mad mood designer